Home > Alimentare, Efficienza Energetica, Sanitario, Software > Guida alle misure per l’innovazione in legge di bilancio 2021

Guida alle misure per l’innovazione in legge di bilancio 2021

L’ultima legge di bilancio del governo ha come focus principale le agevolazioni a imprese e startup per un importo pari a 650 milioni di euro. Fondi da destinare su dieci principali interventi volti a favorire l’innovazione. Tra le agevolazioni spicca la proroga del credito d’imposta per ricerca e sviluppo, innovazione e design a tutto il 2022 migliorando le condizioni in tutti gli ambiti.

Credito alle aziende2021-01-22T12:21:04+01:00

Grazie all’agevolazione Nuova Sabatini le imprese potranno ottenere importanti benefici fiscali per tutti quegli investimenti in beni strumentali nuovi validi per l’attività di impresa. La Nuova Sabatini viene inquadrata con 370 milioni di euro, con contributi che sarà possibile erogare in un unico assolvimento senza alcun limite per singolo bene.

Infine, è stato esteso il campo d’intervento di Garanzia Italia, permettendo alle attività di poter avvalersi di strumenti diversi da quello del finanziamento bancario per trattare o rinsaldare indebitamenti esistenti.

Fondi per le imprese2021-01-22T12:20:39+01:00

Nasce il Fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile con un’assegnazione di 40 milioni di euro da spalmare fra il 2021 e il 2022 per aiutare l’avvio di attività specialmente in ambiti tecnologici, formazione e diffusione della cultura imprenditoriale femminile. Lo stanziamento sarà all’attenzione del Mise e potrà verrà messo in atto tramite finanziamenti a fondo perduto a tasso zero; voucher di assistenza tecnico-gestionale, per marketing e comunicazione; investimenti nel capitale.

Con fondi delle stesse grandezze sarà istituito, sempre presso il Mise, il Fondo per le PMI creative, che permetterà la promozione dell’imprenditorialità e lo sviluppo di imprese in collaborazione con il settore universitario e con enti di ricerca.

Formazione e transizione 4.02021-01-22T12:20:10+01:00

Nell’ultima legge di bilancio vediamo prorogata, fino al 2022, anche la misura del credito d’imposta Formazione 4.0, che consentirà i costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti includendo anche le spese di viaggio e le forniture.

Inoltre, segnaliamo che per gli investimenti effettuati dal 16 Novembre 2020 la legge prevede il potenziamento del credito d’imposta per nuovi investimenti in beni strumentali, prorogando la manovra fino al 31 Dicembre 2022.

Ricerca e Sviluppo2021-01-22T12:19:38+01:00

Una delle note più importanti che sono state introdotte è la proroga fino al 31 dicembre 2022 per il credito d’imposta per gli investimenti nelle attività di ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno.

Per ricerca e sviluppo abbiamo un incremento di massimale che da 3 milioni passa a 4 milioni con un’aliquota maggiore di 8 punti percentuali (20%).

Incrementato anche il credito di innovazione tecnologica (massimale pari a 2 milioni di euro e aliquota del 10%).

Il credito di innovazione tecnologica 4.0 e transizione ecologica vede aumentare la percentuale di imposta fino al 15% con il nuovo limite a 2 milioni di euro.

Il design e ideazione estetica tocca un’aliquota del 10% e un massimale di 2 milioni di euro. Per quest’ultimo è stato introdotto anche l’ammortamento per i software impegnati per la progettazione.

Consulente, Manager, Coach ed Esperto in attività di trasferimento tecnologico e ora anche autore del libro “INNOVA SENZA ERRORI” acquistabile su Amazon e sul sito www.innovasenzaerrori.it

Sebastiano Gadaleta
Founder Progetto Impresa Srl

Potrebbe interessarti anche…

Torna in cima